C.F.S.? (Cosa facciamo stasera): settembre 2008

FAI: Giornate europee del patrimonio 27 e 28 settembre


Sabato 27 e domenica 28 settembre 2008 l'Italia partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio con l'apertura gratuita di oltre 1.000 siti culturali, a cui si aggiungono oltre 250 realtà individuate da FAI e Autostrade per l'Italia lungo i principali percorsi autostradali. Due giorni dedicati alla cultura con visite guidate, musei e palazzi aperti per l'occasione, presentazione di eventi e restauri, concerti, convegni e itinerari naturalistici.

A Benevento la delegazione FAI sarà presente al Museo del Sannio e all'Hortus Conclusus.

Le Visite Guidate
Hortus Conclusus, tra colonne romane e arte contemporanea
Nel cuore antico di Benevento, l’Hortus Conclusus accoglie in armonica e siglorile contrapposizione brani di colonne romane e capitelli con le opere contemporanee del maestro Mimmo Paladino.
Orari visite:27, 28 -> 12.00, 18.00.

Il Museo del Sannio: una delle raccolte più importanti della Campania
Attorno alla splendido Chiostro di Santa Sofia, si sviluppa l’edificio che ospita il Museo del Sannio, articolato in quattro sezioni: archeologia, numismatica, arte medievale e moderna con la Pinacoteca e il Gabinetto dei disegni e delle stampe.
Orari visite: 27 ->11.00, 15.00, 17.00, 19.00.
Orari visite: 28 ->11.00, 17.00, 19.00, 21.00.

Italia Langobardorum : affreschi Beneventani
Archivio di Stato e Chiesa di San Marco ai Sabariani

Apertura Straordinaria:
ex Biblioteca Pacca nell’Archivio di Stato
Archivio di Stato di Benevento, che ha sede nell’ex seminario arcivescovile, la cui fondazione risale al 1567.

Altro:
Morcone - Auditorium di San Bernardino

CAI: Escursione Parco regionale Raburno-Camposauro

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Benevento
Domenica 28 Settembre 2008


    Parco Reg. Taburno-Camposauro: percorso ad anello Campi di Cepino
    – Piano Melaino – Fontana Canale



    Difficoltà : E (percorso naturalistico di difficoltà escursionisitca)
    Dislivello: 400m
    Durata: 6 ore

    Appuntamenti

    ore 8.00 Appuntamento a Piazza Risorgimento e partenza con mezzi propri per Piana di Prata.
    ore 8.45 Appuntamento al quadrivio di Piana di Prata e trasferimento a campi di Cepino per inizio escursione.
    ore 18.00 Orario presunto di ritorno a Benevento.

Attrezzatura: scarpe da trekking,
giacca impermeabile o mantellina antipioggia, cappello, borraccia, colazione a sacco.


PER INFORMAZIONI E ADESIONI

DIRETTORI DI GITA: Enzo Auletta (320.7406508)
Luigi “Maestro” Tagliaferri (338 7548390)
Domenico Sparano (338 8974162)

FuoriLuogo:presentazione Libro "Ecoballe"

FuoriLuogo (comitato per la città sostenibile), mercoledì, 24 settembre 2008, ore 20.00, presso la Libreria Masone di Benevento, presenta un incontro con Paolo Rabitti, autore del libro "ECOBALLE - Tutte le verità su discariche, inceneritori, smaltimento abusivo dei rifiuti", Aliberti Editore. Introduce Guido Viale.

Il libro, oltre a costituire una testimonianza shock su Napoli e la Campania, contiene appendici tecniche per conoscere meglio i concetti chiave del mondo riufiuti.



Segue aperitivo. Acqua bene comune: acqua di fonte sorgiva sarà servita in bicchieri biodegradabili (in polpa di cellulosa e mater-bi).


Evento valido per l'iniziativa "Semi EcoSolidali per un capitale umano sostenibile".



Paolo Rabitti è ingegnere e urbanista. Docente universitario, è stato consulente tecnico delle procure in numerosi casi (Petrolchimico di Marghera, Petrolchimico di Brindisi, inquinamento da DDT del Lago Maggiore).


Le sue relazioni tecniche, per la Procura di Napoli, sono il fulcro dell'accusa nel processo al presidente della Regione Campania e ai vertici di Impregilo.


Guido Viale lavora a Milano, fa parte del Comitato tecnico-scientifico dell’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente (ANPA). E' autore di numerosi libri, tra cui: Un mondo usa e getta, Feltrinelli, 1994, 2000; Governare i rifiuti, Bollati Boringhieri, 1999; Vita e morte dell’automobile, Bollati Boringhieri, 2007.

Proposta ambientalista: APAGÓN MUNDIAL..

Su molti blog e nelle mailing list sta girando il seguente messaggio.

APAGÓN MUNDIAL EL 17 DE SEPTIEMBRE DE 2008 ESTE APAGÓN SERÁ DE 21:50 A 22:00, A LA MISMA HORA LOCAL DE CADA PAÍS EN TODO EL MUNDO.On Wendesday, September 17, 2008, I invite people around the world to turn off their lights for ten minutes – from 9:50pm to 10:00pm in their local time zone.

Italiano:

Oscurità mondiale: il 17 settembre 2008 dalle 21:50 alle 22:00 si propone a tutto il mondo di spegnere tutte le luci e se è possibile tutti gli apparecchi elettrici, affinchè il nostro pianeta possa 'respirare'. Se l'adesione è massiva, la quantità di energia che si risparmierà sarà eno rme. Solo 10 minuti e vedrete. Se resteremo 10minuti all'oscuro, solo con la luce di una candela, in quel momento staremo respirando noi e il nostro pianeta.

Pensate di aderire?
Freddy

CAI: Parco nazionale Abruzzo

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Benevento

Domenica 14 Settembre 2008

    Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise: Lago Vivo

    Difficoltà : E (percorso naturalistico di difficoltà escursionisitca)
    Dislivello: 530m
    Durata: 3.30 ore
    Lunghezza: 11km circa

Appuntamenti

    ore 7.00Appuntamento a Piazza Risorgimento e partenza con mezzi propri per Barrea entro le ore 7.15
    ore 9.15Appuntamento nella piazza di Barrea e trasferimento per inizio escursione (km 67 della SS83).
    ore 20.00Orario presunto di ritorno a Benevento.

Attrezzatura: scarpe da trekking, giacca impermeabile o mantellina antipioggia, cappello, borraccia, colazione a sacco.

PER INFORMAZIONI E ADESIONI: DIRETTORI DI GITA (Enzo)

Descrizione del percorso

L'escursione si snoda lungo i sentieri k5 e k6 del parco.

L'andata

Parcheggiato il veicolo nei pressi di una piccola costruzione in cemento adibita alla presa dall'acquedotto (Fonte Sambuco, m 1141) si continua a piedi per una sterrata (sent. K6) da cui guardando verso destra si ammira una splendida vista su Barrea e sul suo lago camminando tra biancospini, rovi, aceri e cerri. Dopo circa 1 km si raggiunge la Sorgente delle Donne sulla sinistra da cui parte il sentiero K5 con indicazioni arancioni che proseguendo in direzione Nord entra nel suggestivo Vallone dell'Inferno percorrendo per larga parte del percorso il letto asciutto di un vecchio torrente ormai in secca. Il percorso in costante ascesa si immerge via via nel bosco più fitto e ombroso dove la vegetazione è composta prettamente dagli aceri e soprattutto da splendidi e fantastici faggi alcuni di dimensione ragguardevoleIl Vallone dell'Inferno è stretto a Est dalle pendici occidentali del Monte Serrone, visibile da alcuni piccoli tratti dove il bosco si fa leggermente pi? rado, e a Ovest dal Monte Iannazzone (m 1738). Su alcune balze rocciose precipiti nel vallone, non è raro scorgere il cervo o il camoscio. Salendo, sul sentiero si ergono alcune bancate rocciose dalla strana conformazione che interrompono il tappeto di foglie tipico delle faggete: sono i primi segni delle estese formazioni calcaree che nella conca del lago costituiscono testimonianza degli effetti del carsismo della zona.

Gli ultimi tratti di salita sono sicuramente i più impegnativi e con un 3-4 zig-zag si raggiunge la Madonna delle Grazie dove il 2 settembre del 1940 fu posta incastonata su di una roccia un'effige della Madonna chiamata del Buon Passo, a protezione dei viandanti. A breve si raggiunge il punto più alto del percorso (m 1656) per poi ridiscendere nella meravigliosa conca in cui è incastonato lo splendido Lago Vivo a m 1591. Davanti si trova, come fosse dipinto, un maestoso spettacolo: partendo da ovest verso est, M. Iamiccio (m 2074), M. Petroso (m 2249) il monte pi? in alto del parco, M. Altare (m 2147) e M. Tartaro (m 2191) cima intermedia sul lungo crinale che collega il Monte Petroso con la Metuccia e la Meta (m 2242).

Il nome "Vivo" deriva dal fatto che il lago cambia continuamente le proprie dimensioni in base alle stagioni (massime a maggio con lo scioglimento della neve, minime ad ottobre); in autunno inoltrato le sue rive sono di frequente popolate dai cervi che si affrontano nella stagione degli amori (non ci sono mai stato ma dovrebbe essere uno spettacolo).

La conformazione della zona a valle dei grandi circhi glaciali che caratterizzano tutta la "cordigliera" Petroso, Altare, Meta e Metuccia e alcuni elementi ancora presenti nel paesaggio indicano un'origine glaciale della conca successivamente rimodificata da un intenso fenomeno di carsismo. La presenza all'ingresso della conca di alcuni blocchi di calcare, conferma questa osservazione trattandosi di massi depositati dalle lingue glaciali (la mancanza ai lati della valle di strutture rocciose sovrastanti, esclude possa trattarsi di materiali depositati da frane). Verso Sud ? bellissima una serie di pinnacoli rocciosi che creano l'atmosfera di un paesaggio lunare.

Al margine orientale dell'Altopiano vi è la Fonte degli Uccelli che garantisce acqua in tutti i periodi dell'anno (assolutamente da bere per assaporarne la freschezza e la leggerezza).

Il ritorno

Il ritorno avviene per il medesimo sentiero della salita. In alternativa si pu? utilizzare il sentiero K4 che aggira il Serrone sul lato orientale. Il K4 affaccia sulla Val Porcile dove si origina il torrente Rio Torto che va ad alimentare l'altro grande invaso artificiale della zona (oltre al Lago di Barrea): il Lago della Montagna Spaccata su cui nell'ultimo tratto di sentiero si ha una splendida veduta.

LM:Valle del tammaro e Pesco Rosito

Sabato 13 Settembre.....

Escursione Valle del Tammaro

ore 10.00 Raduno presso il Mulino Jelardi.....
Visita della chiesa di Santa Barbara e pranzo a sacco.....
Arrivo a San Marco dei Cavoti , passeggiata nel centro storico e visita al museo degli orologi con aperitivo “corto”.

(Info Maria Grazia Marchetti 3394164826)
  
Domenica 14 Settembre..... 

Escursione Pesco Rosito - M.te Mutria - Sella del Perrone

Appuntamenti:
Bar 2000 Bn ore 8,00......
Quadrivio (Morcone-Bocca della Selva-Pietraroja-Sepino) ore 9,00....

Difficoltà E......Durata circa 5 h......

L' Escursionista non s'adda scordà :Scarpe da trekking adatte per camminare su sentieri rocciosi e nei boschi; Vestirsi con indumenti comodi (a cipolla);Disporre di uno zaino da escursione; Nello zaino bisogna avere a disposizione un maglione, una giacca a vento impermeabile, un copricapo, guanti, pila tascabile, bicchiere di vetro, coltello, vino, acqua e colazione a sacco.
Andare in montagna non è come andare a fare shopping, un'abbigliamento inadeguato, una piede messo male su una pietra possono veramente determinare problemi per tutti.
Non sono i chilometri o i dislivelli i veri problemi, il problema principale è "come si affrontano le cose". Non sempre una tipologia di difficoltà può essere universalmente applicata. Dipende dal singolo, dalla sua esperienza, dalla sua forza, dal suo spirito di adattamento e lo spirito di autoconservazione...
                              
                   (Pinuccio "Tankasi")
Ad ogni escursione va aggiunto il grado di difficoltà Lerka Minerka "DLM".
 
per informazioni e prenotazioni:
www.lerkaminerka.com
 Zio Bacco 3478896433  -  
ziobacco@lerkaminerka.com
Giulio 3476514630 -  
giulio@lerkaminerka.com

Slow Food:Laboratorio del Gusto


Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

XXXIV  Edizione – 2008 

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

6 7 settembre 2008 ore 20.00

Palazzo Caracciolo - Cito - Centro Storico Torrecuso (BN)

Laboratorio del  Gusto ®

►Benvenuti vegetali con la Falanghina del Taburno D.O.C.

►Percorso  tra i formaggi del territorio con Aglianico del Taburno DOC

PROGRAMMA: 6 sett.  ore 20

Degustazione guidata  dei vini Falanghina del Taburno D.O.C. delle Aziende

Caput Albus Ponte (BN), Fontanavecchia Torrecuso (BN), Il Poggio, Torrecuso (BN), La Dormiente di Ariano Agnese Torrecuso (BN), Terre Longobarde Torrecuso (BN).

Prove di abbinamento con

- Melanzana grigliata, carota, sedano, cetriolo, pomodoro, con olio extravergine d’oliva

- Gattò di patate

- Bignè con zucchine

- Rustico ricotta e spinaci

- Rustico con scarola acciughe olive e capperi

E… per finire

- Dolce alla carota con “Sarriano” passito di Falanghina Nifo  Sarrapochiello Lorenzo Ponte (BN)

Quota di partecipazione € 5,00

PROGRAMMA: 7 sett. ore 20

Degustazione guidata dei vini Aglianico del Taburno D.O.C.delle Aziende

Cantina Iannella Torrecuso (BN), Fattoria la Rivolta Torrecuso (BN, Torre dei Chiusi Torrecuso (BN), Torre del Pagus Paupisi (BN),Torre Varano Torrecuso (BN).

Prove di abbinamento con 

  • Formaggio vaccino
  • Caciocavallo vaccino
  • Formaggio caprino
  • Formaggio pecorino
  • Formaggio Pecorino Laticauda

E… per finire -  Crostata di frutta Con “Ruscolo” passito di Falanghina Cantina del Taburno Foglianis (BN)

Quota di partecipazione  € 5,00  

E’  necessaria la prenotazione che  può essere effettuata al Comune di Torrecuso 0824 889719 oppure  0824 312438 g.timoteo@tin.