C.F.S.? (Cosa facciamo stasera): maggio 2008

CAI:Trekking della Dormiente

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Benevento
31 Maggio, 1-2 Giugno 2008
Trekking della Dormiente
Traversata della Dormiente del Sannio da Bucciano a Foglianise
Programma:
SABATO 31 maggio 2008 : Bucciano – Piana di Prata Percorso: Bucciano (m.275), Grotta S. Simeone (m.476), Porca Prena (m.693), Quattro Vie (m.1208), Monte Taburno (m.1394), Campigliano (m.1226), Piano Melaino (m.1146), Caserma Pozzillo (m.1166), Campo di Trelleca (m.1067), Campo di Cepino (m.1027), Piana di Prata (m.784), Arrivo ad Agriturismo .

Dislivello: 1000m in salita, 500m in discesa
Difficoltà : E/EE Durata: 7 ore
(*costo euro 35 a persona comprensivo di pernottamento in tenda, cena, prima colazione + sacchetto ed acqua per il giorno successivo. Per chi intende solo cenare il costo è di 25€. E’ disponibile un numero limitato di posti letto al coperto.)

Appuntamenti
ore 7.30 - Appuntamento a Piazza Risorgimento e trasferimento a Piana di Prata per lasciare i bagagli.
ore 8.15 - Appuntamento all’agriturismo e traferimento a Bucciano. ore 9.00 - Appuntamento nella piazza di Bucciano per inizio escursione.
ore 18.00 - Orario presunto di termine dell’escursione.

DOMENICA 1 giugno 2008 : da Piana di Prata a Monte Cappella.
Percorso: Partenza dall’agriturismo (m.???), Pietra Piana (m. 1182), Eremo di San Michele (m.1162), Pozzo Tauto (m.1087), Pozze di Lampazzuoli (m.1002), Fontana Trinità (m.1101), Pizzo Alto (m.1187), I Favi (m.1170), Fosse delle Nevi (m.1084), Monte Alto Rotondi (m.1305), Vota Retunno (m.1242), Monte Cappella (m.797), Arrivo a Casa della Fonte per pernottamento*. (*la Casa della Fonte mette a disposizione posti letto con uso bagni e cucina. La cena e la colazione saranno a cura dei partecipanti.) Dislivello: 700 metri in salita e 800 metri in discesa.
Durata: 6 ore
Difficoltà : E
Appuntamenti :
ore 9.00 - Appuntamento a Piana di Prata presso l’agriturismo ??? ed inizio escursione.
ore 18.00 - Orario presunto di termine dell’escursione.

LUNEDI’ 2 giugno 2008 : da Monte Cappella a Foglianise. Percorso: Partenza dalla Casa della Fonte (m.797), Santa MAria in Gruptis (m.590), Pizzo del Tesoro (m.1176), Monte Pentime (m.1168), Eremo di Santo Menna (m.934), Incrocio Strada Torrecuso-Vitulano (m.670), Monte Caruso (m.834), Eremo di San Michele (m.635), Foglianise (m.350). Dislivello: 600 metri in salita e 1100 metri in discesa.
Durata: 7 ore
Difficoltà : E/EE
Appuntamenti :
ore 9.00 - Appuntamento a Piana di Prata presso la Casa della Fonte (loc. Monte Cappella di Vitulano) ed inizio escursione.
ore 18.00 - Orario presunto di termine dell’escursione. Attrezzatura: scarpe da trekking, giacca a vento, copricapo, occhiali, borraccia, torcia, colazione a sacco, sacco a pelo per chi rimane anche a dormire e tenda per il primo pernottamento.

PER INFORMAZIONI E ADESIONI Direttori: Enzo Auletta (320.7406508), Enzo Ascione (0824.51309 - 340.7939511), Luigi Tagliaferri (338.7548390). Le persone interessate ai pernottamenti devono tassativamente contattare uno dei direttori entro martedì 27. Le persone interessate a partecipare a singole tappe ma non a pernottare devono comunicare la loro adesione entro venerdì 29.

Colori del Cinema: Slow Food BN sulla Filiera Corta

Slow Food Benevento

Venerdì, 30 maggio 2008 - ore 20.30

presso la Libreria Masone di Benevento

Slow Food Benevento

La Filiera Corta per un Cibo

Buono, Pulito e Giusto

Introduzione di Erasmo Timoteo - Fiduciario di Slow Food Benevento

Buon appetito! - (RaiTre, Italia 2008, 60 min.)

Inchiesta di Report-RaiTre a cura di Michele Buono e Piero Riccardi

Un'esempio di filiera corta in crescente diffusione: il GAS - Gruppo d'Acquisto Solidale

Intervento di Enzo Auletta - Coordinatore del GAS Arcobaleno Benevento

I Mercati della Terra: l'iniziativa di Slow Food per recuperare l'incontro tra produttore e consumatore

Intervento di Nicola Matarazzo - Responsabile dei Mercati della Terra di Slow Food Campania

Segue Aperitivo del Territorio

con prodotti del GAS Arcobaleno Benevento

informazioni 338.4599872

"Colori del Cinema" è un'iniziativa a cura della Rete Arcobaleno Benevento - 329.2323910

Biblioteca provinciale:Ciclo Conferenze di Archeologia

venerdì 30 maggio 2008 ore 18,00
Bibliomediateca Provinciale di Benevento
Palazzo Terragnoli, Corso Garibaldi, 47


CICLO DI CONFERENZE DI ARCHEOLOGIA

Interpretazione di antichi ritrovamenti musicali

relatore Prof.ssa Maria Gabriella Della Sala

Info: BiblioMediateca Provinciale "A. Mellusi"
Palazzo Terragnoli, Corso Garibaldi, 47 - 82100 Benevento
Orari: dal lun. al ven. 9.30-12.30 / 15.30-17.30. Tel.fax: 0824 21204

Mercoledì Arci: "Onora il padre e la madre"

Per ragioni diverse Andy e Hank si trovano a navigare in cattive acque. Quando il maggiore dei due fratelli propone al più giovane di unirsi a lui in una rapina "facile facile", Hank s'illude di poter finalmente venire a capo della sua miseria economica e affettiva. Tuttavia, quando accetta, non sa che Andy ha organizzato il colpo nella gioielleria dei loro genitori.
Sidney Lumet torna a mettere in scena la violenza, contestualizzandola all'interno della psiche umana e della famiglia. Onora il padre e la madre è un thriller che si addentra nella mente (e nel cuore) dell'uomo, esplorandone i conflitti e le reazioni più contorte. Con una tecnica di flashback mai fine a se stessa il regista statunitense presenta la visione individuale dei personaggi - gli interrogativi, le frustrazioni, i vizi e le virtù - offrendo un quadro saturo di disperazione. La sceneggiatura potrebbe limitarsi a un linguaggio fatto di gesti e sguardi più che di parole, tanto sono efficienti le prove recitative dei protagonisti e l'utilizzo della macchina da presa. Il teatro d'azione - che sia una gioielleria, un bar o un appartamento radical chic - sembra vorticare su se stesso conducendo gli attori in labirinti senza uscita che esemplificano la loro condizione esistenziale. Andy (il superlativo Philip Seymour Hoffman) è all'apparenza un uomo di successo, con una bella moglie e un lavoro prestigioso. Vive in un ordine "claustrofobico" per mettere a tacere il disordine interiore. La sua incapacità di amare (e ancor meno di manifestare le proprie emozioni) è raffigurata da un unico gesto compiuto di fronte all'ammissione di tradimento: un moto d'ira - tanto spontaneo da suggerire l'improvvisazione - che lo porta a buttare per aria oggetti senza romperne nessuno, fino a rovesciare una coppa di pietre levigate per meglio osservare il suo io, un io frammentato. Ethan Hawke, che interpreta il fratello minore di Hoffman, annulla il suo volto d'attore per entrare anima e corpo nei panni di Hank, regalandogli immaturità, angoscia e senso di colpa. Interprete e personaggio diventano tutt'uno di fronte alla macchina da presa e le pause e i silenzi, oltre che gli sguardi, servono a fissarlo nell'universalità della trama. Onora il padre e la madre è un'opera drammatica e assoluta, che affronta con estrema sensibilità e senza nessun tipo di sconto o didascalismo la natura distorta, imperfetta e complessa dell'uomo.
(Recensione by mymovies.it)

UMANITAS: “MicaMe”

Lunedì 26 maggio, alle ore 18, presso la Sala Conferenze del Dipartimento
Pe.Me.Is., nel Palazzo De Simone in Piazza Arechi II.
Lo scrittore Livio Borriello presenterà il suo ultimo lavoro, dal titolo “Mica
Me”, pubblicato dalla casa editrice napoletana Orientexpress.

--
UMANITAS
Associazione di Volontariato Culturale dell'Università degli Studi del Sannio
Piazza Arechi II - Palazzo De Simone 82100 Benevento Tel. 0824.305255

EPT & FAI: Passeggiate nella storia.

L'Ente Provinciale per il Turismo,
d’intesa con il F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano),organizza
passeggiate a tema in città, illustrate da guide turistiche e da archeologi, che si svolgeranno per quattro domeniche consecutive, a partire dal 25 maggio.
Ogni itinerario avrà un percorso storico diverso: il primo sarà dedicato alla “Benevento romana”; il secondo (1 giugno) alla “Benevento longobarda”; il terzo (8 giugno) alla “Benevento pontificia”; l’ultimo appuntamento, il 15 giugno, si concluderà con “Benevento Nascosta”.

Ogni percorso a tema avrà la durata di circa due ore partendo alle ore 10.00 e terminerà presso la Camera di Commercio di Benevento, dove si potranno degustare alcuni prodotti tipici del Sannio.Per tutti gli itinerari i punti di ritrovo dei partecipanti con le guide saranno: Chiesa S. Sofia, Arco di Traiano, Duomo.

Coloro che volessero partecipare all’iniziativa, del tutto gratuita, dovranno prenotarsi telefonicamente all’E.P.T. al numero 0824.319911/319920, indicando il percorso scelto ed il numero dei partecipanti.

AIL:Cocerto voci bianche.

image

Benevento 24 maggio 2008 - ore 19.30

Coro di voci bianche del Teatro Carlo Gesualdo di Avellino

Direttore:Cinzia Camillo

Ieri

oggi

domani

AIL

ASSOCIAZIONE ITALIANA

CONTRO LE LEUCEMIE-LINFOMI E MIELOMA

BENEVENTO ONLUS

“STEFANIA MOTTOLA"

Live@mosaico:MIRIAM IN SIBERIA

Venerdì 23 maggio, h. 22.00, free entry...

MIRIAM IN SIBERIA
INDIE/ALTERNATIVE/POP

Nome suggestivo che sembra svelare precocemente l'identità del gruppo prima dell'ascolto, evocando una matrice stilistica post-rock e classiche "pose" shoegaze, che li vede orientati verso un'alternative rock della stessa scuola dei Verdena e Marlene Kuntz, dai quali hanno assimilato lo scrivere testi "visionari" argomentati con frasi ed associazioni di parole volutamente ermetiche. Testi che viaggiano nei suoni ed evocano rimandi emotivi che si concretizzano in sensazioni nella mente dell'ascoltatore. Giocano sullo scontro delle emozioni, i ritmi sono intensi quanto delicati, creano sfondi malinconici per poi arrivare a momenti sereni, sanno essere melodici ed allo stesso tempo riescono a proporre un suono ruvido e farti viaggiare nelle varie sfaccettature di un sentimento.

per maggiori informazioni e contatti visualizza il nostro sito http://ilmosaicosociale.it/

i Colori del Cinema:il CAI di Benevento per i Colori del Cinema




CAI - Club Alpino Italiano
Sezione di Benevento

Venerdì, 23 maggio 2008 - ore 20.30
presso la Libreria Masone di Benevento


LA MORTE SOSPESA

Film (Touching the Void, Gb, 2003, 106 min.) di Kevin McDonald




Nel 1985, gli amici Simon Yates e Joe Simpson, alpinisti provetti, vanno alla conquista della vetta del Siula Grande, sulle Ande peruviane. Nella discesa, Joe si rompe una gamba e finisce in un crepaccio: il compagno è costretto ad abbandonarlo, per non morire a sua volta. Ricostruzione mozzafiato di una storia vera, che Simpson ha raccontato nel best-seller omonimo: una complessa combinazione di fiction e documentario, perfettamente credibile nella descrizione degli eventi e coinvolgente per la performance degli interpreti, attendibili anche come rocciatori. Il risultato è un'opera unica ed estrema che rinuncia coraggiosamente a una prospettiva religiosa per divenire una riflessione sull'immanenza di una natura sempre meno benigna, nonché un inno alla resistenza del realismo cinematografico nell'era del digitale (Mereghetti).

Intervento di Enzo Ascione
Presidente del CAI - Sezione di Benevento

Segue Aperitivo del Territori

informazioni 320.7406508


"Colori del Cinema" è un'iniziativa a cura della Rete Arcobaleno Benevento - 329.2323910


Mercoledi Arci: Il cacciatore di acquiloni

Kabul 1978. Amir è figlio di Baba, un uomo facoltoso di etnia Pashtun. Il suo migliore amico è Hassan, figlio del servitore di casa e appartenente alla inferiore etnia degli Hazara. Entrambi amano molto far volare gli aquiloni per i quali sono previste gare che coinvolgono molti ragazzi della città. Il vincitore è chi riesce a far restare il proprio aquilone in volo per ultimo dopo che tutti gli altri hanno avuto il filo tranciato. Amir, che ha ritrovato la stima di suo padre proprio in seguito alla vittoria (insieme ad Hassan) nella gara più importante di lì a poco assiste (senza avere il coraggio di intervenire) alla sodomizzazione di Hassan da parte di un terzetto di ragazzi ricchi e razzisti. Da quel momento si porterà dentro un senso di colpa che lo allontanerà dall'amico che vede come denuncia vivente della sua vigliaccheria. Finché un giorno, trasferitosi negli Stati Uniti e divenuto scrittore di successo, gli giungerà una telefonata.
Premessa: non bisognerebbe mai aver letto prima il libro da cui un film è tratto. Perché, pur non volendolo, si finisce con il fare confronti che andrebbero evitati dato che si tratta di due forme di comunicazione molto diverse. Come centinaia di migliaia di italiani però ho letto il libro di Khaled Hosseini. E, consapevole della tentazione, proverò a dividere la recensione in due parti. La prima (che è ineludibile ma che lo spettatore che non conosce il romanzo può non tenere in considerazione) mi spinge a pensare che Marc Forster, pur avendo realizzato un film più che dignitoso, non riesce a restituire (nella inevitabile sintesi della sceneggiatura che, ad esempio, quasi elide la difficoltà d’inserimento del protagonista della parte finale) l'emozione complessa che il libro suscita nel lettore. La vicenda che giunge sullo schermo è assolutamente fedele ma è come se nelle pagine fosse rimasto un vissuto, un sentire, un'atmosfera che il regista occidentale non è riuscito a tradurre in immagini.
Se però si prova ad allontanarsi dalla parola scritta e si pensa al film in sé allora si apprezzano senz'altro l'intensità di un attore come Homayoun Ershadi nel complesso ruolo del padre di Amir oppure la scena della gara degli aquiloni in cui, vedendo tutta la città partecipe del gioco dei ragazzi, non si può non pensare che anche questo venne proibito dai Talebani una volta giunti al potere. Così come si passa sopra all'omertà sulle armi fornite dagli americani a questi ultimi quali forza di contrasto nei confronti dei Sovietici colpiti come si è dalla convinta bravura dei due giovani interpreti. I quali hanno rischiato gravi sanzioni (sono entrambi afgani) per aver partecipato alla scena della sodomizzazione (peraltro trattata con grande delicatezza visiva nel film).
Si resta poi piacevolmente affascinati dalla ricostruzione della Kabul anni Settanta realizzata girando in… (sembra difficile crederci vedendo il film ma se avete la pazienza di seguire lo scorrere dei titoli di coda lo verificherete direttamente) Cina. Ovviamente nei territori di confine con l'Afghanistan.

Colori del cinema: LIPU- Sostenibilità ambientale e aspetti naturalistici del Sannio

LIPU Benevento Lega Italiana Protezione Uccelli e per la conservazione della natura
presso Libreria Masone - Benevento - ore 20.30

La diversità in Natura: dalla luscengola di Casalduni alle otarde ungheresi proiezioni di foto e di brevi filmati a cura della LIPU Benevento

Commenti di
Marcello Stefanucci
Franco d'Ambrosio
Vincenzo Briuolo
Marta Kocsis

Modera Franco Annecchiarico


Segue Aperitivo del Territorio
informazioni 338.2036978


"Colori del Cinema" è un'iniziativa a cura della Rete Arcobaleno Benevento - 329.2323910

Live@mosaico:STARDUST JAZZ QUARTET

Venerdì 16 Maggio, h: 22.00, free entry...

Stardust Jazz Quartet

Lo Stardust Jazz Quartet è un gruppo locale composto da Gianluca Grasso (piano), Maurizio Mazzarella (chitarra), Luigi Reveruzzi (contrabbasso), Simone Paglia (batteria), progetto che ripropone un viaggio tra standard Jazz e nel meraviglioso mondo della Bossa Nova, in una formazione davvero speciale che ha visto la partecipazione a numerosi progetti di promozione e divulgazione del Jazz.

Mercoledì Arci: Lars e una ragazza tutta sua

Lars Lindstrom vive in un freddo paesino del Wisconsin. Sociofobico e patologicamente timido, un giorno si presenta a casa del fratello dichiarando di aver trovato una fidanzata via internet, Bianca. Tutto normale, non fosse che la ragazza è una bambola di dimensioni umane. La famiglia e a breve l'intero villaggio finiranno per assecondare Lars nella sua follia, trattando Bianca come una ragazza reale.
Nonostante le premesse e un soggetto che poteva far nascere una banale commediola fatta di gag scontate, Lars e una ragazza tutta sua riesce, in maniera più o meno efficace, a farci intravedere i limiti di una comunità basata sui buoni sentimenti e la compassione. Il regista Craig Gillespie, al suo esordio dopo una carriera di spot e videoclip, e la sceneggiatrice Nancy Olivier (che ha scritto diversi episodi della serie Six Feet Under) hanno puntato su uno humour alla Frank Capra, emozionante pur trovandosi spesso in bilico tra il coinvolgimento sincero e la pura banalità. Niente doppi sensi legati alla sex doll, dunque, ma neanche echi al felliniano Casanova che ballava con un manichino. Il sesso non c'entra e la pellicola riguarda la sincera relazione sentimentale che Lars intrattiene con Bianca. Catecumeno e con problemi mentali, Lars schiva le relazioni con le persone, forse a causa di una società che l'ha portato a temere i legami profondi e ad evitare, ignorandone l'importanza, le delusioni. Agrodolce e delicato Lars e una ragazza tutta sua resterebbe tuttavia nient'altro che un ottimo episodio di un serial tv, non fosse per la figura di Ryan Gosling, volto nuovo di un certo cinema americano non troppo mainstream e già candidato all'Oscar per il ruolo del professore in Half Nelson. Gosling ci porta ad aderire al punto di vista di questo personaggio bizzarro che nel suo volto si rende stranamente credibile, e, cosa ben più sorprendente, riesce a rendere altrettanto credibile la bambola Bianca. Un giovane talento capace di dare un segno di novità a una commedia altrimenti innocua.

Libreria Masone: "da solo non so volare"

da solo non so volare
incontro con gli scritti e dipinti di paolo callisto

libreria masone benevento

erntesto razzano (riflessioni) - elvira franzese (letture) - vito verrillo (tromba)

Slow Food Benevento: Master of Food CAFFE' - Mosaico Cafè Benevento

Master of Food

Caffè

Mos@ico Cafè - Benevento - 12, 19 e 26 maggio 2008

Storia, cultura e preparazioni

Il caffè è una pianta originaria dell'Etiopia che fu introdotta in Europa dagli arabi; in seguito gli europei ne diffusero la coltivazione nei possedimenti al di là dell'Atlantico. Il primo locale, in cui gustare l'aromatica bevanda, fu aperto a Venezia nel 1640: sta durando dunque da quasi quattro secoli la passione che lega gli italiani alla tazzulella 'e cafè, come cantava Pino Daniele anni
fa.

Il corso costituirà una piccola finestra aperta sui profumi e sulle tradizioni del caffé: dall'espresso all'italiana, alla moka, al caffé americano, passando dalle tradizioni turche e finendo con i caffè
delle origini.

Il corso si articola in tre incontri di teoria e di assaggi, accompagnando i partecipanti, dapprima, nel mondo geografico ed economico del caffè e, poi, negli aromi della bevanda.

Prima Lezione - 12 maggio

le origini del caffè

● Le origini, la storia e la diffusione ● Paesi produttori ● La Pianta dove e come si coltiva ● Raccolta e lavorazione ● Tostatura ● Differenze tra arabica e robusta ● Il Caffè in infusione ● Primo approccio alla degustazione: come si fa e quali le caratteristiche principali da "percepire"

● Degustazione delle quattro qualità base dei caffè: robusta naturale (India), robusta lavato (India), arabica naturale (Brasile) e arabica lavato (Colombia).

Seconda Lezione - 19 maggio

l'espresso

● Il mercato del caffè ● Il Consumo del caffè nel mondo ● I diversi modi di produrlo (degustazione di un caffè filtro) ● L'arte di fare le miscele ● L'Espresso ● Temperatura, pressione, tempi di percolazione ● La degustazione dell'espresso: un elemento in più da valutare, la crema

● Degustazione di due miscele, una di arabica e robusta, la seconda
100% arabica.

Terza Lezione - 26 maggio

il giro del mondo con il caffè

● Il caffè delle origini ● I terroir del caffè: i cru ● I cru del centro america: Guatemala, Costa Rica, Giamaica ● I cru dell'Africa: Yemen, Etiopia e Kenya ● I cru dell'Asia: India, Java, Sumatra… ● Area turco-balcanica: il caffè alla turca e la lettura della tazzina ● Medio Oriente: il caffè arabo e le aromatizzazioni alle spezie ● Maghreb: il caffè alle essenze floreali ● Corno d'Africa: la cerimonia del caffè ● America Latina: il caffè messicano (assaggio) ● Sud est asiatico: iced coffee, coffee shake & gelatine ● Degustazione dei caffè monorigine: Etiopia e Guatemala.

Degustazioni di caffè: espresso, filtro e pressofiltro. Origini e miscele

Il Master of Food Caffè è riservato ai soci Slow Food e si svolgerà il lunedì sera dalle 20,30 alle 22,30 c/o il Mos@ico Cafè, in via Annunziata, Benevento, nei giorni 12,19 e 26 maggio 2008.

Quota partecipazione:

Socio: € 70,00; quota comprensiva di adesione all'associazione Slow Food: € 95,00

Socio giovane (fino a 30 anni) € 59,00; quota comprensiva di adesione all'associazione Slow Food: € 84,00

Ogni partecipante riceverà: il volume "Coffee Roost – Viaggio alle origini del caffè", una dispensa, 6 bicchieri Bormioli da degustazione caffè, un attestato di partecipazione.

Per informazioni e prenotazioni: g.timoteo @tin.it – 338 4599872 - Slow Food Benevento

LerkaMinerka: escursione sui Monti Piecenti

Escursione sui Monti Picentini Varco della Colla - M.te Mai - Pizzo San Michele

Durata circa 8 h; Difficoltà E

Appuntamento Bar Gavio ore 7.00e uscita Serino (AV) ore 7.50

L' Escursionista non s'adda scordà :Scarpe da trekking adatte per camminare su sentieri rocciosi e nei boschi; Vestirsi con indumenti comodi (a cipolla);Disporre di uno zaino da escursione; Nello zaino bisogna avere a disposizione un maglione, una giacca a vento impermeabile,un copricapo, guanti, pila tascabile, bicchiere di vetro, coltello, vino, acqua e colazione a sac.

Andare in montagna non è come andare a fare shopping, un'abbigliamento inadeguato,una piede messo male su una pietra possono veramente determinare problemi per tutti.

Non sono i chilometri o i dislivelli i veri problemi, il problema principale è "come si affrontano le cose".Non sempre una tipologia di difficoltà può essere universalmente applicata.Dipende dal singolo, dalla sua esperienza, dalla sua forza, dal suo spirito di adattamento e lo spirito di autoconservazione... (Pinuccio "Tankasi")

Ad ogni escursione va aggiunto il grado di difficoltà Lerka Minerka "DLM".

CAI: escursione Valle delle Orchidee

Valle delle Orchidee
Sassano (SA) – Parco Nazionale del Cilento e Vallo Diano
(X edizione Valle delle Orchidee in festa 5-11 maggio 08)

Difficoltà: T (percorso di difficoltà turistica)
Dislivello: 350m
Durata: 3.30 ore

Appuntamenti

  • ore 6.20 Appuntamento a Piazza Risorgimento e partenza con mezzi propri inderogabilmente entro le ore 6.30.
  • ore 9.10 Appuntamento in Sassano, in via Roma davanti alla sede del Comune, e proseguimento per località CAMPO di GRAVOLA (area parcheggio) poi trasferimento con pullmino dell’organizzazione a CAMPO FILANO.
  • ore 9.30 Incontro con guida del parco PNCVD ed inizio escursione nella valle Museo vivente delle orchidee.
  • ore 20.00 Orario presunto di ritorno a Benevento.
Attrezzatura: scarpe da trekking , giacca impermeabile o mantellina antipioggia, cappello, colazione a sacco, borraccia, macchina fotografica.
PER INFORMAZIONI E ADESIONI REFERENTI: Michele (328 3270168 – 0824 29158), Enzo (320 7406508)

Live@mosaico: ONIRIC & ASHRAM

free entry...

ONIRIC & ASHRAM

Gli Oniric composti da Giampiero Timbro (voce e chitarra) e Carlo De Filippo (tastiere), alterneranno sonorità darkeggianti a momenti di psichedelia e sperimentazione. Il tutto, senza tralasciare la melodia.
Gli Ashram, Luigi Rubino (piano) Sergio Panarella (voce) e Alfredo Notarloberti (violino), proporranno invece un repertorio estratto dai loro precedenti lavori. La band infatti, ha già all’attivo due album.

non mancate!!!

per maggiori informazioni e contatti visita il nostro sito http://ilmosaicosociale.it/

BIblioteca provinciale: La topografia del territorio sannita in epoca romana

clip_image001 clip_image002 clip_image003

clip_image004

Bibliomediateca Provinciale di Benevento

Ciclo di conferenze di Archeologia

La topografia del territorio sannita in epoca romana

relatore Prof. FRANCESCO MORANTE

Info: BiblioMediateca Provinciale "A. Mellusi"
Palazzo Terragnoli, Corso Garibaldi, 47 - 82100 Benevento
Orari: dal lun. al ven. 9.30-12.30 / 15.30-17.30. Tel.fax: 0824 21204

Mercoledì Arci: Juno

Juno foto 0

Quella delle gravidanze non volute è una delle nuove tendenze hollywoodiane. Dopo Waitress e Molto incinta, un'altra pellicola dal titolo Juno affronta la difficile tematica con un tono assolutamente leggero.
Il regista è Jason Reitman che ha debuttato dietro la macchina da presa con il film campione d'incassi, Thank you for smoking. Un'adolescente, sicura di sé e dalla lingua affilata, riesce ad avere il controllo della situazione una volta che scopre di essere rimasta incinta di un suo coetaneo. Tutte le questioni trattate (l'amore, il matrimonio, la libertà) sono sollevate e mai giudicate. Sospesa tra le ingenuità dell'adolescenza e le responsabilità dell'essere adulti, la ragazza è interpretata da una bravissima Ellen Page la cui versatilità espressiva ha qualcosa di unico. La sceneggiatura si caratterizza per un linguaggio molto vicino a quello che usano i ragazzi di oggi. Anche le situazioni narrate riescono ad avere una tale verosimiglianza da escludere qualsiasi traccia di finzione.
Tutto il merito va a una blogger di nome Diablo Cody che è stata scoperta da uno dei produttori mentre navigava su Internet. Colpito dal suo stile umoristico, Novick ha deciso di chiamare la scrittrice per proporle la stesura dello scritto che, per tutta la durata del film, si distingue per la sua natura ultra contemporanea e spiccatamente femminile. Assolutamente originale la rappresentazione dei non protagonisti. Alla notizia della dolce attesa, i genitori di Juno sfidano le convenzioni e gli stereotipi cinematografici assumendo un atteggiamento ironico e compito. Allo stesso modo, la coppia, a cui la teenager vorrebbe affidare il bambino, rivela di possedere molte più crepe di quelle che il loro status alto borghese implicherebbe.
La pellicola trova il proprio equilibrio grazie anche a una serie di elementi di contorno. Il look di Juno, le candide musiche di sottofondo e le ambientazioni cariche di colori e di vita contribuiscono a raggiungere una buona coerenza.

Premio Fraternità - Città di Benevento

Sabato, 3 maggio 2008 - Ore 21.00

Nell'ambito della manifestazione "Fraternità: utopia possibile" (30 aprile - 4 maggio 2008), promossa dal "Centro la Pace" di Benevento e dal Movimento dei Focolari, in collaborazione con Città Nuova Editrice e l'Associazione Culturale Isola di Graziella, si svolgerà, sabato 3 maggio, ore 21 presso il Centro "La Pace" di Benevento, la prima edizione del Premio"Fraternità - Città di Benevento".

Verranno premiati artisti ed Associazione che hanno testimoniato e promosso il valore della persona e il principio della fraternità fra tutti gli uomini nel superamento, attraverso un dialogo rispettoso delle diversità, di ogni steccato ideologico e culturale.

Ricevono il Premio "Fraternità-Città di Benevento" Prima edizione 2008:

l'attore Alessio Boni

la ballerina Liliana Cosi

ll regista Lamberto Lambertini

il produttore Sergio Scapagnini

l' attore Massimiliano Varrese

la Casa Editrice "Elena Gjika" di Tirana (Albania)

il "Centro giovanile permanente 'Centro Vita' Onlus" di Somma Vesuviana

"Rete Arcobaleno" e "Progetto Famiglia Angela Cancellieri Affido" di Benevento

Nel corso della manifestazione verrà proiettato in anteprima nazionale  Queste cose visibili di Lamberto Lambertini  Primo premio al Festival Tertio Millennio dell'Ente dello Spettacolo

"Centro la Pace" – C. da Monte delle Guardie, ingresso da via Antonio Cifaldi 23 - Benevento