C.F.S.? (Cosa facciamo stasera): gennaio 2010

MORGANA Music Club: FELDMANN

sabato 30 gennaio ore 22.45


MORGANA Music Club
presenta


FELDMANN in concerto


MORGANA Music Club Via Umberto I n. 8, Benevento  Ingresso gratuito



I Feldmann che portano live il loro secondo album, quello della svolta. Si chiama Imaginary Bridge il nuovo disco del duo catanese già noto all’ambiente indipendente italiano grazie al primo lavoro discografico "Watering Trees" e alla prolifica attività musicale dei suoi componenti Massimo Ferrarotto e Tazio Iacobacci, che hanno bazzicato la scena indie in lungo e in largo: il primo con i Loma e nella band di Cesare Basile, il secondo con i Tellaro.


Il nuovo album, frutto della cooproduzione tra la Macaco Records e la Olivia Records, vanta numerose collaborazioni, tra tutti: Marta Collica (Hugo Race and The True Spirit), Marcello Caudullo (Cesare Basile, Flor di Cagna), Francesco Cantone (Tellaro, Twig Infection).


La produzione artistica è stata affidata a Hugo Race e gli studi Zen Arcade di Catania hanno fatto da sfondo alle registrazioni. Lasciati alle spalle i toni intimisti del disco d’esordio, i dodici brani di Imaginary Bridge si accendono di blues, scheletrico e zoppicante come una ballata elettrica dei Califone, romantico e disperato come una serenata d’amore suonata da Captain Beefheart nel cuore della notte. Imaginary Bridge sembra essere il disco della svolta, quello della maturità che fa ben sperare che per i due musicisti catanesi ci sia un riscontro positivo oltre che in Italia anche oltre i nostri confini, come per effetto di quel ponte immaginario che li collega con il songwriting americano. 

OBIETTIVO T & Morgana Music Club: Collettivo angelo mai

Martedì 2 Febbraio

COLLETTIVO ANGELO MAI




Orchestra Mobile di Canzoni e Musicisti: Pino Marino, Roberto Angelini, Francesco Forni, Massimo Giangrande e Andrea Pesce

Rappresenteranno a Benevento il folto gruppo che costituisce l’intera orchestra del Collettivo.

Tintori Winebar e Edimedia: percorso multisensoriale da IL VENTO NEL SACCO a IL SAPORE DEL GHIACCIO


venerdì 29 gennaio 2010, ore 20,30 


Tintori Winebar  e Edimedia 


presentano

Percorso multisensoriale 

da IL VENTO NEL SACCO a IL SAPORE DEL GHIACCIO 

di Nazzareno Orlando.


Serata soft-dark con Vanni- Luca- Vittoria- Digital TV-Electric girls-Danila-GiamPiero-Video-Melania-Basso-Tromba-Voce-Vino-...Sapori-Antonio-Gaetano-Lo sguardo nero-Bono lux-Mario-Annalisa. 


Tintori Winear (Vico Vetrone, 2 - Foglianise-BN) Prenotazioni: 348.7136114

Mercoledi Arci: Welcome

mercoledì 27 gennaio 
Un film di Philippe Lioret. Con Vincent LindonFirat AyverdiAudrey DanaDerya AyverdiThierry GodardDrammaticodurata 110 min. - Francia 2009. - Teodora Film


Bilal, giovane curdo, ha lasciato il suo paese alla volta di Calais, dove sogna e spera di imbarcarsi per l'Inghilterra. Dall'altra parte della Manica lo attende un'adolescente che il padre ha promesso in sposa a un ricco cugino. Fallito il tentativo di salire clandestinamente su un traghetto, Bilal è deciso ad attraversare la Manica a nuoto. Recatosi presso una piscina comunale incontra Simon, un istruttore di nuoto di mezza età prossimo alla separazione dalla moglie, amata ancora enormemente e in segreto. Colpito dall'ostinazione e dal sentimento del ragazzo, Simon lo allenerà e lo incoraggerà a non cedere mai ai marosi della vita. A sua volta Bilal aprirà nel cuore infranto di Simon una breccia in cui accoglierlo. Ma il mondo fuori è avverso e inospitale e l'uomo dovrà sfidare le delazioni dei vicini di casa e la legge sull'immigrazione che condanna i cittadini troppo umani e “intraprendenti” col prossimo. 

Premiato dal pubblico a Berlino e campione di incassi in Francia, Welcome è un racconto morale che si interroga sul concetto di alterità e in cui è facile riconoscere i canoni dell'attualità. Polemizzando con la legge sull'immigrazione voluta da Sarkozy, che infligge sanzioni severe ai residenti colpevoli di cuore con la straniero, Philippe Lioret mette al centro del suo film l'Altro, un corpo estraneo da sfruttare o da espellere, senza una vera possibilità di integrazione. Come aveva già fatto con Tombés du ciel, film d'esordio del 1994, il regista francese riconferma la sua attenzione per la mercificazione delle vite nel complessivo processo di disumanizzazione dell'Europa contemporanea. Welcome, storia d'amore e di amicizia tra un uomo e un ragazzo, affronta con lirismo la realtà nelle sue manifestazioni più crude, disumane e inaccettabili. La sopraffazione del più debole è analoga a tutte le latitudini, compresa la democratica e “rivoluzionaria” Francia che “ospita” una teoria di convivenze rese difficili dai codici sociali e da paure ingiustificate. La coscienza collettiva è assente o rallentata da egoismi, bassezze e diffidenze, che sono l'humus in cui cresce e prospera l'intolleranza di una comunità verso una minoranza. Il coraggio del singolo, incarnato e interpretato da un intenso e dolente Vincent Lindon, sembra allora essere l'unica speranza contro la violenza delle istituzioni, raccontata non come attrito deflagrante ma come forza di inerzia, attraverso un logorio costante tra i personaggi. 

Nella livida immobilità di fondo entrano in contatto e dialogano un uomo e un ragazzo, suggerendo un movimento paterno dell'uno verso l'altro e diminuendo “a bracciate” le distanze tra le parti. Il punto di incontro tra Simon e Bilal è rappresentato dall'acqua, elemento primitivo che innesca autentiche dinamiche relazionali e allo stesso tempo attende e accoglie la risoluzione del dramma. Il giovane curdo, in cerca di una patria e di un amore, è per il francese l'annuncio di una possibilità, la possibilità di ogni essere umano di ritrovare se stesso e l'altro.

INVITO al Laboratorio teatrale "STREGAE"


Peppe Fonzo, Marina Rippa e Antonio Pizzicato conducono un denso laboratorio dedicato ai corpi, alle voci e alle parole delle partecipanti. Guidandole a una maggior consapevolezza del movimento e del libero uso della voce attraverso semplici e incisivi elementi del linguaggio teatrale: sguardo, postura, mimica, contatto, improvvisazione, esclamazioni, intrecci di suoni, maschere vocali.



Il corso comincia il 4 febbraio e sortisce venerdi' 14 maggio in un evento itinerante nei locali della fabbrica Alberti. Repliche il 15, 16, 21, 22 e 23 maggio.



La partecipazione è gratuita e richiede un impegno di due giorni alla settimana:
il giovedì (18.30 - 21.30) e il sabato (15:00 - 18:00) presso la sala grande del Mulino Pacifico in Via Appio Claudio.


INFO:

VERA (LUN - VEN 10.00 - 13.00) 0824 47037
MARCO APOLLONI 333 60 18 783 apolloni@scatolasonora.org
www.scatolasonora.org


Produzione: Comune di Benevento - Associazione Progetto Sonora
In partecipazione con: Azienda Alberti Strega di Benevento
In collaborazione con: Solot - Magnifico Visbaal - Scatola Sonora - Malfornita Teatro - Maria Masone


CAI: viaggio nel Sannio Antico


Domenica 24 gennaio 2010
CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Benevento
Insieme al Gruppo Fratres/Valle Telesina
Viaggio nel Sannio Antico: Monte Monaco
Ponte Fabio Massimo – S. Pasquale – Grotta di S. Michele
Itinerario sannitico-romano, francescano, micaelico

Difficoltà : T/E (percorso turistico/escursionistico)
Il tratto finale dell’ascesa alla Grotta di S. Michele è notevolmente accidentato, con ghiaia grossa.
Dislivello:  400 m circa
Durata:     6 ore (escluse le soste)
Appuntamenti

ore 08.00
Appuntamento a Piazza Risorgimento e partenza con mezzi propri per Telese Terme (Parcheggio adiacente  alle Terme /Lato Centro Maugeri)
ore 08.45
Partenza da Telese Terme.
ore 09.00
Ponte sannitico-romano detto di “Fabio Massimo”/Via Latina/Sito acquedotto ipogeo.
ore 10.30
Mura Megalitiche dell’Arce sannitica di Faicchio presso il Convento di S. Pasquale.
ore 11.00
Ascesa alla Grotta S. Michele
ore 13.00
Visita alla Grotta e pranzo.
ore 15.00
Discesa  all’Arce  sannitica/S. Pasquale.
ore 16.30
Ritorno.

Attrezzatura: scarpe da trekking, giacca impermeabile o mantellina antipioggia, cappello, guanti, colazione a sacco, borraccia.
Il Prof. Raffaele SIMONE illustrerà gli aspetti storico-culturali dell’escursione.
PER INFORMAZIONI E ADESIONI
Domenico 338.8974162 Tonino 340.4126463 Raffaele 3291957723

Lerka Minerka: Escursione Mte Cervialto

Domenica 24 gennaio 2009









Escursione M.te Cervialto



"Monti Picentini"

Appuntamento:
Bar Gavio - San Giorgio del Sannio ore 8.00;
San Francesco a Folloni ore 9.30

P.s. portarsi indumenti, scarpe da trekking, ghette, ecc...
il necessario per affrontare sentieri di neve.
 
http://www.lerkaminerka.com/forumsave/topic.asp?TOPIC_ID=682

Libreria Rosa Canina: Senza fine

sabato 23 gennaio 2010 17.30 - 19.00
Libreria Rosa Canina via Manciotti
(vicino L'Arco di Traiano) Benevento


SENZA FINE di Andrea De Gruttola è Romanzo che comincia e si sviluppa come un noir, ma poi cambia, si evolve, diventa qualcos'altro. Una metamorfosi graduale e sorprendente, si resta colpiti, anche violentemente, nel leggere e immaginare...PER SAPERNE DI PIU' VI ASPETTIAMO SABATO PER UNA SUSPENSE... "SENZA FINE"

Mama's Live: Marina Rei

Giovedì 21 gennaio
Mama's
presenta
Marina Rei





Marina Rei, musicista, cantante, vincitrice del premio della critica al Festival di Sanremo (dove ha partecipato nel 1996, 1997, 1999, 2005, 2008), collabora con Battiato, Tiromancino, Marlene Kuntz, Paola Turci, Max Gazzè, e tanti altri.


Il 21 sarà in concerto con la sua band al Mama's per una tournée che l'artista ha organizzato nei migliori locali d'Italia. Un evento imperdibile nella dimensione intima e coinvolgente del live club: sound perfetto e contatto diretto con l'artista.


Il biglietto costa 15 euro, ma affrettatevi, che ci sono pochi posti disponibili. Prevendita alla cassa, info: 3299439840.

Mercoledì Arci: Francesca



Mercoledì 20 gennaio


Un film di Bobby Paunescu. Con Monica Dean, Doru Boguta, Luminita Gheorghiu, Teodor Corban, Doru Ana. Drammatico, durata 94 min. - Romania 2009. - Fandango
Bucarest. Francesca è una maestra d'asilo sulla soglia di una decisione importante. Tramite un intermediario ha trovato un lavoro in Italia, come "assistente" di un anziano a Sant'Angelo Lodinese. Avrà, vitto, alloggio e stipendio. Vuole partire, ha i soldi, ma cerca anche l'approvazione dei suoi. Eppure tutti sembrano vedere nell'Italia un pericolo certo, un luogo violento, un finto miraggio.
Fa sorridere questo spaccato dei discorsi privati e pubblici sul nostro paese, sembra di passare per un attimo attraverso uno specchio e osservare una realtà simile e contraria. Fa sorridere fino ad un certo punto, Francesca, debutto nel lungometraggio di Bobby Paunescu, perché poi il pericolo affiora davvero ed è molto più vicino del previsto, viene dalla propria gente, con modalità universali, le modalità del ricatto e della violenza.
Un paese ex comunista a cui l'Europa propone una nuova identità, ma la storia non procede per automatismi e il neorealismo di Paunescu, perciò, non è il racconto di una rinascita in corso ma quello di una resistenza fra le macerie, dove il compromesso è prassi e la corruzione istituzione.
Ben dialogato e recitato, scandito sul tempo reale dei lunghi piani-sequenza e delle inquadrature fisse, il film procede senza mai cadere nella trappola della tesi o del messaggio da gridare al mondo, semplicemente diritto verso una fine sempre più prevedibile ma non per questo evitabile.
Il capitale investito ha un nome proprio, Monica Birladeanu: nota (come Monica Dean) negli Stati Uniti, si cala credibilmente nel ruolo di un'ignota (per noi) trentenne rumena divisa tra i sogni e gli affetti. Il resto è cinema di pochi mezzi ma più che sufficienti, che non si segnala per novità ma si fa apprezzare per lo stile sincero e la leggerezza del tocco, nel maneggiare temi di cui è impossibile negare il peso.

Obiettivo T: MAX MANFREDI

Martedì 19 Gennaio 2010 ore 21.00  - Mulino Pacifico

Ha vinto il Premio Tenco per cantautori 2009 con il suo album Luna Persa, prevalendo nella cinquina finale su Capossela, Fossati, Dente e Bobo Rondelli.
"Luna persa" è un album di una bellezza inconsueta, di grande ricchezza compositiva, poetica e musicale. Un album "da sentire con le cuffie". Contiene una intro e undici gioielli che toccano mondi musicali molto diversi. Come bonus track compare "La fiera della Maddalena" cantata con Fabrizio De André, incisa nel 1994 e già presente nel secondo album di Max ma da tempo introvabile.
Max Manfredi è artista di forte intensità ed originalità, amatissimo da un pubblico negli anni sempre più consistente, che l’ha conosciuto attraverso un incessante tam tam (anche in rete) e una continua attività concertistica, non solo italiana. Fra i tanti estimatori, lo stesso De André (che lo definì "il più bravo" tra i cantautori italiani), Roberto Vecchioni (che ne ha recentemente parlato come di "un capostipite, uno che non posso nemmeno limitare con il termine di cantautore: è un intellettuale"), Gianni Mura (che ha definito "Il regno delle fate", una delle canzoni presenti nell’album, "di profonda e spiazzante bellezza, con una metrica preziosa, intarsiata"), e il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, che l’ha premiato come "miglior solista italiano" nel 2005.


I concerti sono stati organizzati in collaborazione con Morgana Music Club

Lugi Mastromarino: kurmancî, ritratti del popolo curdo

Domenica , 17 gennaio, alle ore 18.00


Inaugurazione della mostra fotografica


Kurmancî
(ritratti del popolo Kurdo)


Orsini art café - piazza orsini, 





Kurmancî è la lingua parlata dai curdi. in realtà si tratta di uno solo della miriade di dialetti che costituiscono la famiglia delle lingue curde. viene parlato da circa l'80% della popolazione (circa



40.000.000 di curdi sparsi in giro per tutto il mondo e provenienti principalmente dagli odierni stati di turchia, siria, iraq, iran) e ne rappresenta forse la principale espressione culturale. per questa ragione ho pensato di utilizzare la parola kurmancî, come paradigma della realtà curda, come punto di vista, scorcio, sulla vita di una delle popolazioni più antiche al mondo.
Ho provato a fare un mio personale ritratto per immagini di quello che mi è capitato di vedere e conoscere durante il soggiorno ad amed ed hasankeyf (il nome curdo della città di diyarbakır, turchia). questo lavoro rappresenta una selezione preliminare di quello che diverrà, nelle mie intenzioni almeno, un progetto più articolato sul kurdistan, il medioriente, la vita fuori dai confini della fortezza occidente.
Luigi Mastromarino


Rosso Fenice: This is contemporary!

Sabato 16 Gennaio 


La galleria d’arte Contemporanea 
Rosso Fenice 
presenta


This is contemporary!
mostra/collettiva





La mostra si propone, attraverso il lavoro di 5 giovani artisti, di indagare il complesso tema del contemporaneo attraverso dei lavori che vanno dalla pubblicità al design, dalla sperimentazione fotografica al fumetto. Accumunati dal gusto pop della ricerca, gli artisti, attraverso un linguaggio semplice e diretto, cercano di interpretare e tradurre un’epoca contemporanea dominata dall’inadeguatezza, dalla confusione, dal caos; un’epoca in cui l’unico punto fermo dominante sembra essere una incrollabile necessità di fare arte di sperimentazione, di riflessione e analisi, per tentare di capire o avere gli strumenti necessari per comprendere ciò che sfugge, per decifrare un presente mediatico latente che offusca la verità e insinua il dubbio. Romina D'Agostino


Rosso Fenice:  via San Filippo neri, 43

CAI: percorso escursionistico-gastronomico tra le colline di Castelpoto


CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Benevento

Domenica 10 gennaio 2010
Percorso escursionistico-gastronomico tra le colline di Castelpoto
alla scoperta di bellezze naturali, scorci mozzafiato e prelibatezze culinarie

In collaborazione con la Pro Loco di Castelpoto
Difficoltą : T (percorso turistico)
Dislivello: 300m
Durata: 5 ore (escluse le soste)

Appuntamenti

ore 8.30
Appuntamento a Piazza Risorgimento e trasferimento a Castelpoto con auto proprie.
ore 9.00
Raduno in Piazza Garibaldi a Castelpoto ed inizio escursione.
ore 14.00
Degustazione di prodotti tipici casstelpotani presso la sede del Consorzio della Salsiccia Rossa di Castelpoto.
ore 18.00
Orario presunto di ritorno a Benevento.

Itinerario

Piazza Garibaldi - area pic-nic del torrente “Jenga” - resti del ponte di epoca romana - salita delle “Maurelle” - visita del centro storico - discesa “A Bascio Piedi” - sentiero Valle- Brecciale - contrada Motta - salita per i “Piruozzoli” fino alla sede del Consorzio della salsiccia rossa di Castelpoto  in localitą “Campiluongo”.

Attrezzatura: scarpe da trekking, giacca impermeabile o mantellina antipioggia, cappello, colazione a sacco, borraccia con acqua abbondante.
 

PER INFORMAZIONI E ADESIONI

Massimiliano Panella (3298827996)
Enzo Ascione (3407939511)

Mama's Live: I Bassa Frequenza

Sabato 9 gennaio
Bassa frequenza


I bassa frequenza sono una band tutta da ballare: propongono un viaggio nel pop/dance anni 70.




Al centro del Mama’s c’è la musica...INGRESSO GRATUITO! Per prenotare un tavolo chiama il 3299439840

Mama's Live:The Band

venerdì 8 gennaio

ANCORA UN OCCASIONE PER POTERVI CALARE NELLE MAGICHE ATMOSFERE DEL POP POCK 80'! THE BAND IN CONCERT! LIVE ROCK TRIBUTE 80' DIRETTAMENTE DA NAPOLI.



THE BAND ARE: MAX "JAGGER" ZOTTOLA, SERGIO "EMERSON" VASSETTI, ENZO "THE EDGE" GRASSIA, PAKY "TAYLOR" PICCIRILLO, SASA' "PHILIPS" OROSO

Al centro del Mama’s c’è la musica...INGRESSO GRATUITO! Per prenotare un tavolo chiama il 3299439840

Art'empori:Forme di pane


“Fame di pane”: lettura interattiva per bambini interpretata da Peppe Fonzo.
Tratto dal libro di Giusi Guarenghi e Alessandra Mastrangelo, dalla collana “Per mangiarti meglio”, Slow Food Editore


Chi di voi è in grado di fare il pane?
Chi di voi sa le differenze tra una michetta e uno sfi latino?
Chi di voi soprattutto pensa che il pane è uguale in tutto il mondo?
Attenzione… perché c’è pane e pane…
Il Pan d’artista, il Buono sempre, il Pan Caciato, il Senatore, ecc…
In ogni forma c’è un gusto di vita differente.

Fame di pane è uno spettacolo interattivo in cui si illustreranno le ricette del pane di tutto il mondo (o quasi) dove ci sporcheremo le mani di farina di sale di lievito e di acqua. Un ritorno alle radici quando le regole erano semplici ma ferree: per fare il pane, ci vuole il grano, ma soprattutto tanta, tanta, tanta pazienza…
Un incontro alla scoperta del proprio tempo e delle proprie origini.
Un storia in cui genitori e figli insieme finalmente potranno sporcarsi insieme senza tante storie…

A conclusione, una merenda consapevole a base di prodotti del GAS Arcobaleno e del Commercio Equo e Solidale.
La partecipazione è gratuita.