C.F.S.? (Cosa facciamo stasera): Lerka Minerka: Traversata della Maiella

Lerka Minerka: Traversata della Maiella

Sabato 20 / Domenica 21 luglio 2013

Lerka Minerka
presenta

Traversata della Maiella....
Blok Haus (2142 m), M.te Amaro (2793 m), Fara San Martino (440 m)
Pernottamento al Bivacco Pelino in cima al Monte Amaro
Difficoltà EE

Sabato 20 luglio
Appuntamento
Bar Gavio - San Giorgio del Sannio ore 9.30

Descrizione del Percorso
Il sentiero parte dalla base del Blockhaus, raggiungibile in auto da Passo Lanciano seguendo la strada per la Maielletta e proseguendo oltre i deturpanti ripetitori. Alla fine della strada asfaltata, sono possibili due sentieri, uno prende a sinistra sul versante orientale, l'altro sale sul crinale del Blockhaus, chiamato così per i ruderi di un fortino Borbonico sulla sua
sommità. Entrambi i sentieri si ricongiungono appena oltre il Blockhaus. 
Sulla sinistra si apre il vallone delle Tre Grotte tagliato in due dalle le Gobbe di Selvaromana, visibili al centro, davanti a noi, in lontananza, appare l'arduo pendio del monte Focalone. Si prosegue verso Sud superando la cresta che separa la valle dell'Orfento dal vallone di Selvaromana, si attraversa il versante Est del Monte Cavallo ed è possibile visitare a destra, la cosiddetta
Tavola dei Briganti, un lastrone di roccia che porta scolpite alcune iscrizioni lasciate dai briganti di fine '800. Proseguendo sempre per il sentiero che segue la cresta, in mezzo a distese di pini mughi, si giunge ad una fontana (il Fontanino 2100 m 1h, verso la fine dell'estate non versa acqua). A questo punto inizia l'ascesa al Focalone. Seguire il sentiero che sale a destra, sale inizialmente tra i pini mughi si affaccia sul versante Ovest e poi piega
decisamente verso Est, seguendo gli strati rocciosi, verso il bivacco Fusco (2455 m) affacciato sull' anfiteatro delle Murelle. Dopo una sosta al bivacco, tra l'altro non molto confortevole, si prosegue per il sentiero segnato dai paletti di delimitazione dell'area protetta del feudo d'Ugni, e che si arrampica per la cresta, torna verso Ovest per girare a Sud verso la parte sommitale del Focalone. La cima (2676 m 2h30 dalla partenza) in realtà è un
altopiano spazzato dal vento.Si prosegue scendendo verso destra seguendo il filo della cresta che separa valle dell'Orfento da valle delle Mandrelle, dove e' ben visibile la traccia del sentiero. Dopo la discesa, il sentiero risale verso cima Pomilio (Primo portone), e proseguendo scende di nuovo al secondo Portone passando nei pressi di monte Rotondo e salendo all’altopiano che unisce Monte Amaro e Monte Pescofalcone (2653 m 30 min) seguendo il versante meridionale della cresta, in vista del rifugio Manzini nella valle Cannella. Il sentiero prosegue a mezza costa sulla parete ripida. In breve si giunge all’
altopiano. Dopo un ampio giro che ritorna verso Est, si segue l'ampia cresta che arriva alla cima di monte Amaro, dove è visibile da lontano la cupola rossa.
Il giorno seguente, dalla cima del M.te Amaro si percorre la Val Cannella, Vallone S. Spirito fino a giungere nel'abitato di Fara S. Martino.

Note: Sacco a pelo, Abbigliamento idoneo per trekking di alta montagna,
torcia, pranzo e cena a sacco, ....