Agenda eventi

Apr
25
Gio
Montefusco (AV): capoluogo del Principato Ulteriore @ Montefusco
Apr [email protected]:30–17:00
Montefusco (AV): capoluogo del Principato Ulteriore @ Montefusco

Manifestazione a cura del club di territorio “PAESI D’IRPINIA”

PROGRAMMA DI MASSIMA

Ore 9.30 – Raduno dei partecipanti (mezzi propri) in Largo Castello Montefusco (AV). Parcheggio libero e gratuito in Piazza Morosini, viale Kennedy (adiacenze) e Piazza Castello. Accoglienza a cura delle guide e degli accompagnatori.

Palazzo Giordano: colazione di benvenuto (caffè, croissant, succhi di frutta, thè e dolci della tradizione).

Saluti dell’Amministrazione Comunale, della Pro Loco e del Comitato Eliseus.

Villa Comunale: ballo sagra a cura dell’Associazione Parrocchiale “Oratorio di San Giacomo” (in caso di pioggia nel Palazzo Giordano).

Visita narrata e teatralizzata: Oratorio di San Giacomo, Chiesa di San Giovanni del Vaglio, Carcere – corsia superiore – Museo del Tombolo – corsia inferiore – Museo Storico, Chiesa di Santa Caterina, Chiesa di San Bartolomeo.

Ore 13.30 – Pranzo libero o presso i ristoranti convenzionati con il Touring con prodotti della tradizione irpina:

• Ristorante Beatrice – via Pirro De Luca 28 – Montefusco – tel. 0825 173 5251 – al costo di 30,00 euro a persona – con il seguente menù: Antipasto (Antipasto all’Irpina con salumi e caciocavallo), Primi (Fusillo con asparagi e pancetta, Lagana fatta in casa e fagioli), Secondo (Pancetta di agnello ripiena oppure Braciole al sugo con contorno di patate al forno), Dessert (Sbriciolata di ricotta e cioccolato), acqua minerale, aglianico locale e caffè.

• Ristorante da Teodoro – via Seggio 8 – Montefusco – tel 0825 964 006 – al costo di 25,00 euro a persona – con il seguente menù: Antipasto (Antipasto misto con salumi e latticini irpini, zuppe di stagione, patate e peperoni all’aceto), Primo (Fusillo al tegame), Secondo (Vitello stracotto all’aglianico con contorno di patate al forno), Dessert (Millefoglie con noci e nocciole irpine), acqua minerale, aglianico del 2016, caffè.

La prenotazione del ristorante prescelto è a cura dei singoli partecipanti.

Al termine del pranzo e fino alle ore 16,00 visite libere alle Mostre di tombolo e ceramica e/o visione del filmato “Montefusco anni 50” nelle sale di Palazzo Giordano.

Ore 16.00 – Trasferimento con le auto per la visita al Convento di Sant’Egidio con la Cella di San Pio da Pietrelcina. Trasferimento presso l’Azienda Terredora di Paolo (Contrada Serra – 0825 968215) per visita alla cantina e degustazione di vini DOGC.

Ore 17.00 – Termine della manifestazione.

SCHEDA DELLA VISITA

MONTEFUSCO: sulla cima di una alta collina, in splendida posizione panoramica a dominio delle valli del Calore e del Sabato, sorge Montefusco, già capoluogo dell’antica provincia di Principato Ultra (m 707 slm). Il suo assetto urbanistico ed il suo patrimonio monumentale, nel susseguirsi di palazzi nobiliari, portali, lapidi ed edifici religiosi, sono lo speculare riscontro della sua identità socio-culturale e del suo glorioso passato. È tra le otto terre dell’areale del vino Greco di Tufo DOCG ma vanta antiche tradizioni anche nella produzione della ceramica e del merletto a tombolo (a cui è dedicata una esposizione museale). Qui il tempo sembra essersi preso una vacanza davvero lunga.

La sua posizione strategica gli valse, dal Medioevo e fino al 1806, il ruolo di centro di riferimento di una vasta giurisdizione territoriale a confine della pontificia Benevento (la cosiddetta “Montagna di Montefusco”). Fulcro della vita del borgo è la piazza pavimentata in pietra bianca, dove si trova l’ingresso al vecchio castello (vi vennero ospitati Pontefici, Re ed Imperatori), poi trasformato nel Palazzo della Regia Udienza (oggi sede municipale). Nella residenza governativa, abitata lungamente dai Presidi e dai giudici della provincia, si conservano le corsie del famigerato Carcere (Monumento Nazionale; graffiti) e due raccolte museali (storico e del tombolo): un vero e proprio percorso a ritroso nel tempo tra cronache risorgimentali, vicereali e medievali. In questo ambito, la visita narrata e teatralizzata regalerà suggestioni ed emozioni sul passato importante di questa terra.
Nell’ampia piazza terrazzata ci sono altri motivi d’interesse, quali l’imponente campanile della Chiesa Palatina di San Giovanni del Vaglio (si conserva una Sacra Spina) e i prospetti loggiati di alcuni palazzi nobiliari. La strada, in pendio e lastricata scenograficamente, scende verso il Palazzo Giordano, recentemente restaurato con ricchi interni decorati. Poco oltre, tra gli edifici della borghesia locale, si giunge in uno slargo dove prospettano l’abside di S. Maria della Piazza, la chiesa di San Francesco ed altre architetture del passato. Per una rampa si scende all’Oratorio di San Giacomo, un piccolo gioiello ricco di volte affrescate. Sul versante opposto (splendida vista sulle alture montuose irpine) si segnalano altri complessi palaziali storici e meritano una menzione speciale la Chiesa di S. Caterina con l’annesso convento, l’antichissima S. Bartolomeo (presso la porta monumentale d’ingresso al borgo) e il Carmine.
Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, godetevi un momento di libertà nei suoi vicoli silenziosi e nelle esposizioni allestite nel Palazzo Giordano. Ai piedi dell’abitato (spostamento in auto) sorge, circondato dai vigneti di Greco di Tufo DOCG, il Convento di S. Egidio, dove fu ospitato un giovane San Pio da Pietrelcina (qui si tiene una delle fiere più antiche d’Irpinia). L’itinerario prevede una degna conclusione con la visita e le degustazioni di qualità nell’Azienda Terredora. In sintesi, un antico adagio recitava: “Chi trase a Montefusco e poi se n’esce, pò dì che ‘nterra n’ata vota nasce”.

La manifestazione è in collaborazione con il Comitato Eliseus, la Pro loco e i volontari locali.

Riferimenti bibliografici: Guida rossa o verde del TCI.

• Trasporti: mezzi propri
• Volontario Tci Accompagnatore: Dino Giovino, socio del Touring
• Guide: locali
• Partecipanti: massimo 40 persone

È necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio “Paesi d’Irpinia” inviando una email a:
[email protected]

Quota di partecipazione:

per il pranzo
c/o ristorante Beatrice: 30,00 euro
c/o ristorante da Teodoro: 25,00 euro

per la visita al Carcere: 2,00 euro

I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.

Per comunicazioni urgenti il giorno della manifestazione è possibile contattare il numero 388 479 8141 (Dino Giovino).

Le prenotazioni sono aperte.

Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.

Il Club di Territorio “Paesi d’Irpinia” del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l’interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial