Andrea Melis, poeta Feltrinelli, at Fautrix / Libreria Masone

Andrea Melis, poeta Feltrinelli, at Fautrix / Libreria Masone

Quando:
2019-08-20T22:00:00+02:00
2019-08-21T01:00:00+02:00
Dove:
Libreria Masone Alisei
VIALE DEI RETTORI
73F c/o Terminal Bus Extraurbani
Benevento 82100

PICCOLE TRACCE DI VITA, edizioni Feltrinelli, 2018.
Percorso di versi con l’autore Andrea Melis
Martedì 20 agosto 2019, ore 20.
Fautrix EcoVineria / Libreria Masone Benevento
.
> Modera | Totty Rosa
> Letture | Milena Di Rubbo
> Musiche | Alfredo Martinelli
.
Segue Apericena Esperienziale a tavola con l’autore | Facoltativa | 10 euro | Una bevanda inclusa | All’aperto del “Giardino Nicola Masone”
.
IL LIBRO. La poesia è negli occhi di chi legge, ma nell’era della comunicazione frenetica, sono i poeti ad aiutarci a dar voce alle emozioni, a ricordarci la nostra grammatica interiore. Nato come un fenomeno “dal basso”, prima sui social network – dove i lettori sono arrivati a condividere una sua poesia più di centomila volte – e poi in libreria – grazie a una raccolta autoprodotta tramite crowdfunding –, Andrea Melis si definisce un semplice parolaio, ma è in realtà un fine cantore dell’immediatezza e un esponente di quella nuova generazione di poeti contemporanei che riesce a parlare anche ai più giovani e ai nativi digitali.
.
Catturando le piccole tracce di vita quotidiana – un padre che accompagna a scuola la figlia, un bucato steso al vento o una caffettiera che borbotta –, senza però trascurare temi più impegnati come il razzismo o il femminicidio, Melis è capace di concentrare in “poco” concetti di grande complessità e di descrivere emozioni antiche, che tutti noi conosciamo ma che, nella frenesia moderna, sappiamo sempre meno esternare.
.
Il commento più frequente dei suoi lettori è: “Tu racconti quello che io provo, ma non so esprimere”. Questo fa delle sue poesie uno strumento di resistenza contro l’analfabetismo dei sentimenti e una potente arma per una battaglia “di cuore in cuore”.
Perché “di sogni non si vive/ma senza si muore”.

“Con le parole si possono fare tante cose:
agitare rivoluzioni,
smuovere cuori,
spostare montagne,
costruire o distruggere mondi e persone.
Ma la cosa più difficile da fare con le parole
è il silenzio.”

ANDREA MELIS (Cagliari, 1979), ha lavorato quindici anni in un Call Center, per poi dedicarsi alla scrittura per professione. In passato ha firmato romanzi collettivi insieme ad autori come Massimo Carlotto e Francesco Abate, tra cui Perdas de Fogu (E/O, 2008). Ha poi intrapreso la scrittura poetica, prima con l’autoproduzione “#Bisogni”, una selezione di versi divenuto un piccolo caso letterario (2017), e successivamente pubblicando con Feltrinelli la raccolta “Piccole tracce di vita. Poesie urgenti” (2018). Attualmente affianca all’attività editoriale numerose collaborazioni con artisti, Festival e realtà culturali. È editorialista “poetico” per Fanpage.it e articolista per la storica rivista “Poesia” di Crocetti editore. Si occupa inoltre di consulenza editoriale e comunicazione per l’editrice Palabanda.

Lascia un commento