VeT #05 Insolente Vini, Val d’Alpone (Verona)

Quando:
2019-05-02T20:30:00+02:00
2019-05-02T20:45:00+02:00
Dove:
La POSTA Grottaminarda
Corso Vittorio Veneto
318, 83035 Grottaminarda AV
Italia
Costo:
€ 30,00
Contatto:
Roberto, Daniele
3338798586, 3207273881

VeT #05 Insolente Vini

Prenota il tuo posto per la quinta data di #VeT (Vignaioli e Territorio).
Questa volta incontreremo Luca Elettri di “Insolente Vini” azienda di vini naturali della Val d’Alpone, Verona.

VeT è l’acronimo che abbiamo deciso di utilizzare per presentare la nostra rassegna “Vignaioli e Territorio”.

Abbiamo pensato di creare uno spazio aperto, di dibattito e confronto con i piccoli vignaioli che hanno deciso di non piegarsi alle mere leggi del mercato.

Con i produttori che hanno deciso di avere una conduzione libera dalla chimica in vigna e in cantina.

Crediamo in un’enologia varietale, diretta, schietta, sincera e che sappia raccontare un territorio con i propri pregi e difetti. Con questo spirito presentiamo un ciclo di incontri con le cantine che abbiamo proposto nella carta dei vini de #LaPosta.

Alcuni li conoscete già, altri li conosceremo, man mano, in questo percorso.

Il quinto incontro è stato fissato per giovedì 2 maggio , alle ore 20:30.

Nel quinto appuntamento ospiteremo i vini di Insolente Vini della provincia di Verona.
Assaggeremo i loro vini e parleremo con loro del modello di produzione svolto in cantina.
In degustazione per la quinta tappa di Vet avremo:

  • Bianco pr2,
  • Frizzante Ramato mr1,
  • Rosso fc2,
  • Macerato le3,

Come sempre, noi abbineremo dei piatti dal territorio.

La degustazione è a numero chiuso, 30 posti disponibili.

Ha un costo di 30€ a persona ed è un’iniziativa pensata per i nostri soci #ARCI in possesso di regolare tessera.

La tessera ha un costo di 5€, dura un anno ed è possibile farla da noi.

Un vino insolente è solo il frutto di un’idea insolente, insolente è un progetto famigliare che trae le sue origini da lontano, dalla nostra passione per la vita, la comunità, la natura, il territorio, e così il vino ne è solo una naturale conseguenza”. Questo l’incipit declinato da Luca Elettri, pubblicitario, ma anche grande conoscitore ante litteram del mondo dei vini al naturale.

L’azienda nasce per volere dei figli di Luca ed è gestita in prima persona proprio da loro, consolida un percorso iniziato 3 generazioni fa dalla famiglia, quando dai vigneti di casa si conferiva uva alla cantina sociale cooperativa di zona, trattenendo una piccola parte per autoconsumo. Siamo nella zona classica del Soave a Monteforte d’Alpone. Qui si trovano i vigneti collinari di Garganega, impianti di oltre 50 anni, frammentati tra suoli estremamente eterogenei, capaci di esprimere identità molto differenti.

Da questa consapevolezza nasce una proposta di rottura rispetto alla monotonia espressiva dell’area, gravata da produzioni intensive, dal ricorso massivo alla chimica e da un’idea che nel tempo ha banalizzato e impoverito l’offerta di vino di questa regione. Così la gamma “Insolente” risulta volutamente articolata, così intenta a svelare le differenze e le identità di varietali autoctoni esaltati da terreni drammaticamente differenti.

I vini spaziano dai rifermentati in bottiglia, ai rossi (da vigneti in affitto in Valpolicella a Marcellise e a Lapio sui Colli Berici), ad un bianco spumantizzato metodo classico a base Durella (da un vigneto sito in Brenton di oltre 70 anni) o ad un Pinot Grigio da vigne in Castegnero in Riviera Berica. 11 vini di rottura (insolente da in-solito, che urta le abitudini risultando strano e, per traslazione, impertinente, sfacciato, ndr) per 25000 bottiglie in totale. Vini freschi e diretti, come Luca, persona dalla grande disponibilità, sorriso e capacità di ascolto.

Vota questo post

Lascia un commento